La Gazzetta del 11/07/24

Abbiamo lasciato giugno con le premiazioni della Monza Resegone nella quale una delle nostre terne femminili è stata premiata per il quinto posto di categoria raggiunto. Le ricordiamo ancora una volta le Super Women, onorate a salire sul paco delle premiazioni allestito a Monza sotto il Palazzo dell’Arengario: Sabrina Bellani, Alessandra Giacomini e Francesca Busnelli, quest’ultima non è una vera RD ma sempre molto vicina alla squadra.


Durante l’attesa delle premiazioni della MO.RE. in quel di Garbagnate Milanese, invece, si concludeva l’ultima tappa del circuito E…state Correndo!, che ha registrato pochi partecipanti del nostro team in ciascuna delle tappe previste.
Pochi ma buoni ci ricorda un saggio proverbio, infatti tra i pochi partecipanti spicca quello del nostro stimatissimo Salvatore Patanè che ha partecipato a tutte le quattro tappe del circuito e proprio in quest’ultima ha raggiunto un ragguardevole traguardo: 250 gare ufficiali nei RD.
Classe 1948, ha iniziato la sua carriera da podista esattamente dieci anni fa, entrando appunto a far parte dei RD.
E così oggi alla bellezza di 76 anni lui è uno degli atleti più longevi che arricchiscono e valorizzano questo sport, un grande esempio per tutti. Salvatore come detto ha preso parte a tutte le tappe del circuito e così senza troppi rivali è riuscito a conquistare il primo posto di categoria dell’intera edizione.


A Garbagnate erano presenti anche Giulio Lopasso, Alessio Caccavale e Stefano Resnati che si sono assicurati punti preziosi per la classifica del campionato sociale visto che tutte le tappe erano inserite nel calendario sociale.

TRE CAMPANILI HALF MARATHON

Il destino a volte regala delle incredibili coincidenze, lo stesso Salvatore nel suo decennale da atleta che ha raggiunto le 250 gare con la maglia dei RD si ritrova per pura fatalità questo numero sul pettorale nella sua successiva gara, quella di domenica scorsa alla Tre Campanili Half Marathon.
Per lui è stata la quarta partecipazione, la prima fu proprio nell’anno del primo tesseramento FIDAL. Salvatore seppur senza rivali viene premiato primo di categoria, lui c’è ed è questo che conta! A dispetto dei suoi coetanei che probabilmente stanno al circolino a parlare dei cantieri ispezionati in settimana!


La Tre Campanili che parte dal piccolo centro di Vestone a circa 40 km a nord-est da Brescia, regala uno spettacolare e per nulla banale percorso ad anello, dove si attraversano piccoli borghi e scorci di natura. Una Half Marathon anomala, 900 metri di dislivello con pendenze importanti, chi decide di partecipare deve ricordarsi di lasciare a casa le unghie dei piedi perché le vertiginose discese non perdonano e potrebbero fare molto male.
Partenza da casa mattutina per gli undici RD iscritti alla gara, per essere lì in tempo utile per il ritiro del pettorale (con un buon pacco gara: maglietta e calze) e l’inizio della gara. Avvenuta puntualmente alle ore 9:00, con la fortuna di un clima decisamente perfetto per essere nel mese di luglio, anche le salite ombreggiate sono state una vera magia!

Questa Half Marathon nonostante non fosse proprio una passeggiata di salute in tanti l’hanno fatta e rifatta più volte, tra questi in casa RD il primatista è Domenico Ciavarella che si è fermato nel 2019 a quota sei partecipazioni. Questa domenica oltre che per Salvatore anche per Fabio Di Tuccio è stata la quarta volta.
Alla Tre Campanili riuscire a stare sotto le due ore di gara è davvero un’impresa da top runners, tant’è che nella storia dei RD tra i tesserati attuali solo Roberto Maddamma era riuscito a tale traguardo, 01:52:15 nel 2018. Pax, Pule, Christian, Andrea, Simone, Jack, Ivano, e via dicendo…siete pronti a battere questo record per il 2025?


Un’altra strana coincidenza in questa gara arriva dal real time di Alberto Morelli che come nel 2023 anche domenica scorsa ha registrato lo stesso identico tempo, 02:13:31. Per lui terza volta consecutiva alla Tre Campanili.

La gara di Vestone inserita nel calendario sociale ha portato punti importanti agli atleti che ne hanno preso parte, tra questi Silvio Marcellino che ha dichiarato: “belle le discese, ma troppo esagerate!” – “Ad Maipiù!”
Prima volta con tanta felicità e soddisfazione anche per Paolo Modolin, Daniela Di Vaio, Andrea Bosio e i Vignola con fratello Biagio e sorella Anella.

A Vestone hanno superato le impervie del percorso anche Laura Bertarelli per la seconda volta dopo l’edizione del 2019 e Laura Pellegatta che nonostante tutto non molla mai. Terza volta per lei che chiude la gara arrivando col suo eterno amico, nonché marito di corsa Salvatore Patanè. Davanti a loro il resto della compagine che era in attesa del loro arrivo.


L’edizione di quest’anno ha subito un notevole calo di partecipanti, circa 200 in meno rispetto la passata edizione, chissà chi tra gli RD presenti quest’anno deciderà di partecipare anche nel 2025.

aLTRE STORIE…

Anche se il caldo timidamente ha iniziato a farsi sentire anche nelle nostre latitudini, non si fermano di certo le gare in programma, ad esempio l’accoppiata Cristina Radaelli e Laura Giorgetti il 30 giugno scorso sono state a “caccia” di premi di categoria, infatti laddove decollano i caccia, all’interno dell’aeroporto militare di Cameri (NO) sono state protagoniste in una gara sui generis da 10.1 km targata FIDAL, la Corri in Aeroporto. Prime nelle rispettive categorie.

Nella prossima edizione parleremo delle imminenti gare in programma che attendono i nostri atleti, dalla Re Stelvio di questa domenica alla StraLivigno del 20 luglio, ma prima fari puntati al 18 luglio perchè c’è la gettonatissima gara delle gare di tutte le gare del mondo:

LA COCOMERUN!! >>CLICCA QUI<<


Una grande festa e divertimento assicurato, qui è lecito partire a razzo e finire a… decidetelo voi!!

aLLA PROSSIMA!!

facebook
instagram
users-group